top of page

Rimani informato!

Ricevi una notifica per i nuovi post!

Ancora un' altra critica a Sitchin cade: il Mullilu

Nel libro: "Il giorno degli dei", Sitchin fa una trattazione riguardante i sacerdoti, e scrive:


"Sacerdoti particolari, come i Mushshipu e i Mulillu, eseguivano riti di purificazione, ma ci voleva un Mushlahhu per le infestazioni di serpenti."


Questa affermazione é stata criticata sostenendo che Sitchin avesse confuso un termine poichè il Mullilu / Mulillu sarebbe in realtà un oggetto simile ad una pigna usato come aspersorio, usato da particolari figure alate con la testa a volte umana o a volte di rapace assieme ad un altro oggetto a forma di cesta, chiamato Banduddu.

In realtà, come molto spesso, non é proprio così. Sitchin non sbaglia affatto.

Un tipico pannello che si può prendere come riferimento é questo:



Ebbene le fonti per l' identificazione di Banduddu e Mullilu con il cesto e la pigna sono pochissimi saggi. Sostanzialmente sono 3, tutti gli altri esistenti si rifanno a questi, e sono:


- 2 saggi di Collins e Ataç pubblicati in "Assyrian Reliefs from the palace of Ashurnasirpal" a cura di Ada Cohen e Steven E. Kangas


In NESSUNO di questi saggi viene portato un solo testo accadico che affermi esplicitamente che quei termini sono riferiti ai due oggetti. Sono deduzioni degli autori. Qui sotto i link ai due libri, così potete controllare da voi.

Si tratta di uno dei tantissimi casi in cui, quando gli studiosi non sanno molto di un oggetto, si lanciano in interpretazioni votive. Nel caso della pigna / aspersorio il problema viene anche dal fato che il termine Mullilu sembra significare "Ciò / Colui che purifica", ma ciò non attesta categoricamente che si tratti di un oggetto. Anzi.

Per dipanare la matassa bisogna andare a bomba: Sitchin scrive che il Mullilu era un tipo di sacerdote che effettuava rituali di purificazione, quindi secondo lui il Mullilu era una persona. Come conciliare le due cose? In realtà se il Mullilu fosse un oggetto non cambierebbe nulla, vediamo perchè. Sappiamo benissimo dai testi che il termine Mulliu era usato pe descrivere un sacerdote, poichè il termine Mullilu é sinonimo di Ashipu.

Lo leggiamo in Sul tema, "The Doctrine of Sin in the Babylonian Religion" di Julian Morgenstern, dal quale ho tatto due catture:




Il prete che effettuava le purificazioni si chiamava ASHIPU, e questo termine aveva due sinonimi: MUSHSHIPU e MULLILU. Esattamente quanto diceva Sitchin.





Comments


 Post recenti
Ricerca per tag
Segui su facebook
  • Facebook Classic
Archivio blog