Nel 1976 il primo, ormai leggendario libro di Zecharia Sitchin, ha sconvolto l' ambiente della ricerca sulle origini della civiltà umana; dove autori a lui precedenti non avevano osato proporre teorie nè risposte, Sitchin trova il coraggio - forte di oltre 30 anni di studi personali - di descrivere il chi, il come, il quando, e il perchè relativi alla creazione dell' Uomo. 

La sua sconvolgente teoria, definita dai critici 'senza basi scientifiche', é stata analizzata nei minimi dettagli dall' autore di questo libro, il quale, dopo circa 10 anni di studio approfondito, ha deciso di prendere posizione sia nella ricerca delle conferme, sia nell' analisi delle critiche.

Estratto dall' Introduzione alla 1a edizione:

"La stesura di questo libro ha richiesto quasi due anni e mezzo di lavoro, la raccolta di circa 800 links di varie materie su internet, mi é costato l’ iscrizione (spesso a pagamento) a vari siti scientifici e l’ acquisto di vari dizionari e libri di lingue. Attualmente costituisce la più completa e approfondita analisi della teoria presentata negli ultimi 35 anni da Zecharia Sitchin, delle conferme, e la più completa analisi delle critiche mossegli. Perchè l’ ho scritto? Per amore di verità. Perchè la teoria portata avanti da Zecharia Sitchin (e da me, nel mio piccolo) ha cambiato la vita di tante persone, tra le quali quella del sottoscritto. Perchè troppa gente, per un motivo o per l’ altro, si é data da fare per ‘smontare’ l’ argomento Nibiru e Anunnaki e nessuno si é dato altrettanto da fare per difenderlo. Perchè la teoria di Sitchin ha implicazioni grandiose. Perchè penso che nel 2011 la gente non possa più rimanere vittima di una storia scritta per mantenerci ignoranti, e debba sapere da dove veniamo, e che negli ultimi 6000 anni di storia ogni popolo ha cercato di tramandarci la verità sulle nostre origini."

Video di presentazione di:
Il fenomeno Nibiru vol.1 - le conferme
Soundtrack: "Planet X" - Screaming Shadows

Riassunto delle conferme analizzate nel libro

CONFERME DALLA GENETICA

  • La descrizione che in alcuni miti sumeri e accadici viene fornita per il processo della creazione degli uomini da parte degli Anunnaki ha riscontri nel mondo della genetica e della biologia. In particolare l' utilizzo dell' argilla descritto sia nel poema 'Enki e Ninmah' sia nella Genesi biblica é coerente con l' utilizzo in laboratorio della montmorillonite e le sue proprietà.

  • Le datazioni e le modalità di diffusione dell' Homo Sapiens (Africa centrale → Mesopotamia → Asia ed Est europeo), nonché la datazione delle due principali varianti genetiche create dagli Anunnaki (mt-Eva ed y-Adamo) ipotizzate da Sitchin si rivelano sostanzialmente esatte.

  • Il procedimento di 'inserimento' dei geni Anunnaki nell' Homo Sapiens creato (che era sterile) ipotizzato da Sitchin ha base scientifica (Horizontal Gene Transfert).

  • E' attualmente in corso lo studio delle modalità di ricerca di geni extraterrestri (nel caso specifico su Marte).

  • Almeno un genetista rinomato ha dichiarato probabile la possibilità che nel junk-DNA umano siano presenti elementi non originari ed aggiuntivi.

  • Le relazioni di discendenza ipotizzate da Sitchin, che legano gli indoeuropei, gli europei, gli asiatici, i mesoamericani, i sardi ed altri popoli alla Mesopotamia e ad alcune zone dell' Africa, sono state indipendentemente confermate da genetisti accademici.

  • Il concetto espresso da Sitchin della creazione di un 'connubio' tra Homo Erectus e Homo Sapiens (i tentativi falliti prima dell' ottenimento del 'modello ideale') tramite esperimenti potrebbe essere confermato dalla scoperta di un teschio che mostra segni distintivi di entrambe le specie.

CONFERME DA ASTRONOMIA E ASTRONAUTICA

  • La possibilità che un corpo celeste attualmente si stia muovendo dall' esterno del sistema solare verso l' interno sembra indicata da un globale aumento delle temperature e dall' insorgenza di fenomeni di interfrenza in tutto il sistema stesso. Questo aumento é tanto più pronunciato quanto più ci si allontana dal Sole.

  • La tecnologia di propulsione ad acqua che Zecharia Sitchin attribuisce ai 'razzi' di Enki ha base scientifica. Sono attualmente in fase di progettazione (realizzati su scala) modelli di motori che utilizzano acqua per la propulsione aeronautica.

  • La presenza di acqua allo stato liquido su Marte, confermata in più occasioni tra il 2006 e il 2010, dà sostegno all' affermazione di Sitchin secondo il quale Enki dovette fermarsi su Marte a rifornire d' acqua la sua astronave dopo aver utilizzato quella stivata per aprirsi un varco tra gli asteroidi della Fascia.

  • E' attualmente in corso la ricerca di corpi planetari aggiuntivi, tale ricerca viene condotta attraverso il progetto Wormwood, che si concentra sul quadrante a 30° sud del globo, esattamente l' angolazione che Sitchin attribuisce a Nibiru.

  • I parametri orbitali (angolazione, eccentricità, periodo di rivoluzione, moto retrogrado) che Sitchin ha ipotizzato nel 1976 per Nibiru, più volte definiti 'impossibili', hanno nel corso degli anni trovato conferma di 'possibilità' e addirittura sono stati scoperti più corpi planetari con parametri paragonabili.

  • L' origine della Fascia Principale di Asteroidi (urto tra uno o più corpi celesti provenienti dalla zona esterna del Sistema Solare e un corpo planetario situato tra Marte e Giove) ipotizzata da Sitchin é stata confermata dalle simulazioni di astronomi accademici e dalle analisi di materiale roccioso.

  • L' origine interna al Sistema Solare delle comete (o di una parte di esse) ipotizzata da Sitchin (i satelliti di Tiamat sfuggiti in seguito allo scontro tra i satelliti di Marduk e Tiamat stessa) é stata confermata dall' analisi delle polveri cometarie (cometa Wilde2).

  • Le simulazioni e gli studi di astronomi ortodossi hanno confermato indipendentemente la teoria di Sitchin secondo il quale ci fu un 'evento catastrofico' nella zona interna del sistema solare in seguito alla quale tutto il sistema si 'riarrangiò' formando il sistema attuale. Anche la datazione fornita da Sitchin per questo evento (4 miliardi di anni fa circa) é stata confermata.

 

CONFERME DA ARCHEOLOGIA E MITOLOGIA

  • La presenza di sumeri e anatolici nel centro e sud America, ipotizzata da Sitchin a partire dal 3100 a.C. circa, é stata confermata di ritrovamenti archeologici (Fuente Magna – Pokotia). La presenza di stanziamenti negroidi in centro e sud America ipotizzata da Sitchin a partire dallo stesso periodo (già indicata da numerosi reperti archeologici) é stata confermata dal ritrovamento di un certo numero di scheletri con fattezze africane. L' origine multirazziale e in gran parte africana degli Olmechi é stata confermata da studi genetici.

  • Gli Anunnaki Ningishzidda e Ishkur condividono gli stessi tratti e gli stessi attributi (epiteti e inconografia) degli dei del centro e sud America Quetzalcoatl e Viracocha.

  • I centri megalitici di Lagash e Stonehenge presentano la stessa caratteristica costruttiva. Le piramidi di Giza, di Teotihuacan e di Xi'an Yang presentano lo stesso orientamento e la stessa caratteristica costruttiva. L' arte sud e centro americana hanno analogie con quella egizia e quella mesopotamica dello stesso periodo.

  • Le datazioni fornite da Sitchin per la nascita delle civiltà in Perù e Bolivia sono confermate da reperti archeologici.

  • In tante zone del globo distanti tra loro sopravvivono gli stessi ricordi di esseri giganti.

  • In tante zone del globo distanti tra loro sopravvive il ricordo di un diluvio o di una ondata di marea, descritta in alcuni casi esattamente con la stessa provenienza geografica, con la stessa causa scatenante, e le stesse caratteristiche.

  • La familiarità delle civiltà egiziana e mesopotamica con le astronavi o con i razzi degli 'dei' (Anunnaki o Neter) é avvalorata da reperti archeologici (Tomba di Hui – moneta di Biblo – sigilli sumeroaccadici).

  • La conoscenza degli anelli di Saturno, e della presenza di pianeti esterni al sitema solare, é dimostrata da reperti archeologici (sigilli sumeri)

  • L' origine africana dell' uomo, e il fatto che in Sudafrica vi fossero insediamenti (Anunnaki o umani) in epoche antichissime (oltre 100.000 anni fa) sono dimostrati da ritrovamenti archeologici (Adam's Calendar). L' ipotesi di Sitchin secondo il quale questi insediamenti fossero dovuti alle attività di estrazione di oro dalle miniere é avvalorata dalla dislocazione dei reperti più antichi in una zona colma di miniere aurifere antichissime (alcune esaurite, altre ancora in attività).

  • Le datazioni fornite da Sitchin per una 'proto-civiltà' presente nel Medio Oriente prima della nascita della civiltà sumera (attribuita secondo Sitchin a gruppi di Sapiens alle dipendenze di Anunnaki – 7000 anni fa) é stata confermata dalla datazione di reperti archeologici di valore artistico (Abu Dhabi – periodo Ubaid).

  • La presenza di insediamenti in Mesopotamia in periodi antichissimi (oltre 20.000 anni fa) é confermata dagli studi sulla conformazione geologica e sulle mutazioni geografiche del Golfo Persico.

CONFERME DALLA LINGUISTICA

  • Similitudini e possibili parentele linguistiche con il sumero sono dimostrate per molte lingue successive, utilizzate sia da popoli vicini alla Mesopotamia (Turchia, Lituania, Sardegna), sia da popoli lontanissimi (Sudamerica, Cina, Spagna). Ciò dà base all' asserzione di Sitchin secondo il quale tutti i popoli prima parlavano il sumero, e solo successivamente iniziarono ad utilizzare nuove lingue (possibilmente da esso derivate).

 

CONFERME DA GEOLOGIA E MINERALOGIA

  • L' ipotesi di Sitchin di un 'bombardamento' del Sinai e di Sumer-Akkad intorno al 2024 a.C., con conseguente innalzarsi di nubi e polveri che travolsero i territori circostanti e mosse da un vento proveniente da occidente, é avvallata dalla scoperta di un anomalo eccesso di depositi di polveri, originatosi proprio nel Medio Oriente e che ha coinvolto tutta la zona verso est (Oman, Iran).

  • La ricerca dell' oro in Sudafrica in tempi antichi é dimostrata dai segni di lavorazione in varie miniere (alcune aurifere) ancora identificabili in quella zona, alcune descritte anche dai Fenici e dagli Ebrei.

  • L' utilizzo delle particelle d' oro come 'strato sospeso' per riparare l' atmosfera di Nibiru dagli effetti dei raggi solari, ipotizzata da Sitchin, ha base scientifica convalidata dagli studi di geo-engineering.

  • L' origine della Luna come satellite non della Terra ma di un pianeta più grande sembra convalidata dai suoi parametri gravitazionali e fisici.

  • La contemporaneità della Luna e della Terra é convalidata dalle datazioni delle rocce lunari.

  • La impossibilità che la Luna sia 'nata' dalla Terra sembra convalidata dalla loro diversità di composizione.

  • L' ipotesi, avanzata da Sitchin, che la Luna esistesse già come pianeta a se e non sia derivata dalla Terra, sembra convalidata dalla presenza nella Luna di un campo magnetico residuo.

CONFERME DALLA MITOLOGIA

  • L' identificazione dell' Enuma Elish come mito che tratta la formazione del sistema solare é avvalorata dalle corrispondenze riscontrabili; gli eventi descritti sotto forma di azioni di divinità / pianeti sono coerenti con le scoperte e le simulazioni scientifiche degli ultimi anni riguardanti le fasi iniziali dell formazione del sistema solare.

  • Gli eventi che Sitchin racconta come guerre tra dei sono supportati dai miti mesopotamici arrivati fino a noi (Le conquiste di Ninurta, Inanna ed Ebih, Marduk's Ordeal, Epica di Erra)

  • I miti coinvolti e che danno supporto alla teoria di Sitchin contengono spesso delle nozioni 'tecnologiche', confermate dal progresso e dalle scoperte scientifiche dell' uomo, espresse nel linguaggio elementare dell' epoca.