top of page

Torneranno le lampadine a incandescenza? Speriamo!

La convenienza dei LED é sempre stata tutta da dimostrare, ne abbiamo già parlato in alcuni articoli, per esempio QUI e QUI, evidenziando come i presunti vantaggi di questa tecnologia non siano assolutamente così certi. Una notizia di oggi ci porta a pensare che probabilmente entro qualche anno sarà possibile tornare alle lampadine ad incandescenza... non a quelle vecchie a cui siamo abituati, ma ad un nuovo tipo attualmente in via di sviluppo al MIT e che garantirebbe un minore 'spreco' di energia sotto forma di calore, con un rendimento del 40% (si tenga presente che il rendimento intermini di illuminazione delle incandescenza classiche era calcolato intorno al 5%, e quello dei LED intorno al 15%).

Si perchè il bando nei confronti delle lampade a incandescenza fu posto a causa della loro scarsa resa, ed é un bando inutile. In sostanza il ragionamento da fare per le fonti di illuminazione é questo: se tu hai una fonte di illuminazione X che ha un rendimento Y avrai bisogno di un wattaggio Z per illuminare decentemente, se invece hai una fonte X1, con rendimento Y1 minore, allora avrai bisogno di un wattaggio Z1 maggiore per avere lo stesso effetto.

Ecco, la UE invece ha cancellato completamente l' ultima parte del ragionamento, e ha abbreviato così: siccome le lampade a incandescenza hanno resa bassa, d' ora in poi faremo utilizzare lampade a LED che hanno una resa maggiore. Non hanno considerato però se l' effetto illuminante é lo stesso. E infatti l' effetto illuminante che i LED hanno é minore e molto diverso da quello delle lampadine ad incandescenza. Innanzitutto il LED non scalda, secondariamente il LED ha un fascio direzionale e non diffuso, e infine la liuce LED abbaglia di più ma proietta di meno.


Pensate che esageri? Pensate che la cosa non sia grave?

Ecco una piccola carellata di articoli sul tema.


Comments


Recent Posts
Search By Tags
  • Facebook Basic Square

Tecnologie Ambientali

bottom of page